Come partecipare

  • Scrivere.

    Marvin accetta testi, in qualsivoglia forma, contenuti entro 15.000 battute (spazi inclusi).

    La libertà incontra tre limiti imposti dal Caso, o meglio da Una voce a caso di Wikipedia. I tre elementi estratti, indicati qui sopra, hanno bisogno di essere utilizzati. L’autore li deve rivestire di un ruolo, una funzione e un significato, non rimanendo ancorato alla loro origine enciclopedica.
  • Leggere.
    Bisogna leggere tutti i racconti selezionati, con particolare attenzione ai due assegnati. Capirli, studiarli e prepararsi a commentarli, cercando di comprendere il testo e di scovarne i punti di forza e di debolezza. Prendere appunti sui possibili interventi potrebbe essere utile in vista del terzo passo!
  • Incontrarsi.
    A questo punto si deve collaborare. Si stabiliscono (non per scelta dal Caso!) una data e un luogo fra le vie di Roma in cui incontrarsi. Lo scopo è quello di fondare una redazione occasionale, spazio di confronto tra autore e redattori, dove dare voce ai commenti, alle riflessioni, alle critiche, ai suggerimenti, ai complimenti, alle psicoanalisi freudiane (o junghiane), ai perché metafisici e agli incomparabili paragoni sorti durante la lettura. Questo dialogo pacifico inevitabilmente condurrà al quarto e ultimo passo.
  • Rielaborare.
    Il testo torna, infine, fra le mani dell’autore che potrà rimaneggiarlo seguendo i suggerimenti della redazione. Si sa accogliere i pareri degli altri non è facile, ma potrebbe rivelarsi fruttuoso

La call è ufficialmente chiusa.

Terza edizione
58%